Il ministero della Salute proibisce 7 sostanze per cure dimagranti

I prodotti che contengono gli elementi banditi devono essere gettati

Triac, Clorazepato, Fluoxetina, Furosemide, Metformina, Bupropione, Topiramato sono state vietate dal Ministero della Salute (si vanno ad aggiungere la Fenilpropanolamina/Norefedrina e la Pseudoefedrina, già bandite in precedenza) perché secondo una segnalazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) possono provocare seri disturbi psichiatrici e danni al sistema cardiovascolare.

Le sostanze erano utilizzate per la realizzazione di prodotti dimagranti personalizzati. Chi ha in casa prodotti dimagranti è quindi invitato a controllare che tali prodotti non contengano nessuna di queste sostanze. Se, viceversa, il prodotto contiene una o più di quelle sostanze, è bene evitare di usare quel prodotto e gettarlo.

Scrivi il tuo commento