Dalla malaria una soluzione per il tumore

Ricercatori danesi hanno individuato una proteina efficace per quasi tutti i tipi di cancro

Un team di ricercatori danesi e canadesi avrebbe casualmente individuato un sistema di cura efficace sul 90% dei diversi tipi di tumore partendo da una proteina della malaria, secondo quanto l’équipe dell’Università di Copenaghen e della University of British Columbia ha raccontato sulla rivista ‘Cancer Cell’.

I ricercatori cercavano un modo per proteggere le donne in attesa dalla malaria, che causa problemi gravi in questi casi perché attacca la placenta. Ma hanno scoperto che la proteina presente nel vaccino anti-malaria finisce per attaccare anche le cellule tumorali, liberando all’interno una tossina killer. In pratica, la proteina funziona come un vettore-bomba.

Questo perché il carboidrato che il parassita della malaria attacca per entrare nella placenta delle donne in gravidanza è identico a uno presente nelle cellule tumorali.

Il team ha ora creato in laboratorio la proteina chiave, che abbinata a una tossina si è rivelata capace di individuare le cellule tumorali e di ucciderle, e l’ha testata su cellule e su topi malati di tumore. La speranza è quella di arrivare ai test sull’uomo nei prossimi quattro anni.

Scrivi il tuo commento